Ultime News

Clausola elastica speciale per il recapito delle Poste Italiane

21 feb 2020 Siglato il 20/2/2020, tra le Poste Italiane Spa e la SLC-CGIL, la SLP-CISL, la UILposte, la FAILP-CISAL, la CONFSAL Com.ni, la FNC UGL Com.ni, l’accordo sulla clausola elastica speciale per il personale part time del Recapito.

E’ stata manifestata la necessità di intervenire con azioni mirate a garantire la copertura e la piena operatività del servizio con personale stabile in relazione all’attivazione delle leve di politiche attive nel corso del 2020.
Con riferimento a quanto sopra e all’esigenza di potenziamento temporaneo delle attività di Recapito, l’Azienda si è resa disponibile ad attivare l’istituto della clausola elastica speciale per il personale part time del Recapito, a decorrere dal prossimo mese di aprile.
In merito alle relative modalità operative, le risorse part time in possesso dei requisiti previsti dall’art. 23 del CCNL potranno, su base annuale, manifestare l’interesse allo svolgimento della clausola elastica speciale accedendo all’applicativo informatico dedicato ove potranno indicare una ulteriore provincia rispetto a quella ove è ubicata la sede di lavoro.
All’esito del processo di adesione, l’Azienda provvederà a redigere le graduatorie su base provinciale.
In funzione delle preferenze espresse dai singolo lavoratore e del relativo posizionamento nella graduatoria, tenuto conto del criterio di rotazione su base provinciale ugualmente previsto dal CCNL, l’Azienda, al ricorrere delle esigenze organizzative e produttive e con cadenza mensile, procederà all’associazione delle risorse con i singoli Centri di Distribuzione.
L’Azienda contatterà la risorsa con un preavviso di almeno tre giorni lavorativi ai fine della formalizzazione della clausola elastica. Il lavoratore che accetti la clausola elastica sarà tenuto ad effettuare la prestazione in coerenza con l’articolazione della sua prestazione part time. Diversamente, la risorsa che non accetti la proposta, sarà considerata rinunciataria rispetto alla specifica clausola elastica ma manterrà il posizionamento all’interno della graduatoria.
In relazione al processo sopra descritto ed al fine di verificarne la corretta operatività, su richiesta di una delle Parti sarà effettuato un incontro di approfondimento.

Rinnovato il CCNL per la Cooperative dello spettacolo

 

Sottoscritto il rinnovo del CCNL per artisti, tecnici, amministrativi e ausiliari dipendenti da società cooperative e imprese sociali operanti nel settore della produzione culturale e dello spettacolo

L‘accordo, che decorre dall’1/1/2019 e scade il 31/12/2022, prevede i seguenti minimi retributivi previsti per tutti i dipendenti del settore

Dall’1/2/2020

Liv.

Parametro

Minimo mensile conglobato

Minimo giornaliero

Magg. 25,30% (art. 24, lett. A)

Totale Minimo giornaliero

EDR Mensile (*)

Q 212,03 2.195,51 73,18 18,51 91,69 246,67
1 191,13 2.034,71 67,82 17,16 84,98 222,35
2 160,19 1.795,73 59,85 15,14 74,99 180,99
3 145,15 1.680,16 56,00 14,17 70,17 161,07
4 130,1 1.563,96 52,13 13,19 65,32 144,79
5 118,4 1.474,09 49,14 12,43 61,57 128,59
6 726,23 1.332,97 44,43 11,24 55,67 114,48

Dall’1/1/2021

Liv.

Parametro

Minimo mensile conglobato

Minimo giornaliero

Magg. 25,30% (art. 24, lett. A)

Totale Minimo giornaliero

EDR Mensile (*)

Q 212,03 2.228,44 74,27 18,79 93,06 213,74
1 191,13 2.065,23 68,83 17,41 86,24 191,83
2 160,19 1.822,67 60,75 15,37 76,12 154,05
3 145,15 1.705,36 56,84 14,38 71,22 135,87
4 130,1 1.587,42 52,91 13,39 66,30 121,33
5 118,4 1.496,20 49,88 12,62 62,50 106,48
6 726,23 1.352,96 45,10 11,41 56,51 94,49

Dall’1/1/2022

Liv.

Parametro

Minimo mensile conglobato

Minimo giornaliero

Magg. 25,30% (art. 24, lett. A)

Totale Minimo giornaliero

EDR Mensile (*)

Q 212,03 2.261,87 75,38 19,07 94,45 180,31
1 191,13 2.096,21 69,86 17,67 87,53 160,85
2 160,19 1.850,00 61,66 15,60 77,26 126,72
3 145,15 1.730,94 57,69 14,59 72,28 110,29
4 130,1 1.611,23 53,70 13,59 67,29 97,52
5 118,4 1.518,64 50,63 12,81 63,44 84,04
6 726,23 1.373,25 45,78 11,58 57,36 74,20

– Nota (*) –

EDR mensile si applica esclusivamente ai lavoratori degli enti di cui agli artt. 10, 11 e 14 del DM 27/7/2017

Formazione revisori: istruzioni per il triennio 2020-2022

Fornite le istruzioni in materia di formazione professionale continua per gli iscritti nel Registro dei revisori legali per il triennio 2020/2022 (Ministero dell’Economia e delle Finanze – Circolare 20 febbraio 2020, n. 3).

Nello specifico, la circolare illustra le modalità di erogazione dei corsi di aggiornamento professionale, le procedure per l’accreditamento degli enti formatori eventualmente interessati, la disciplina prevista per il riconoscimento della formazione svolta presso gli ordini professionali e le società di revisione legale iscritte al Registro.
Gli enti che intendano accreditarsi possono scaricare l’istanza di accreditamento, lo schema di convenzione aggiornato e la modulistica da compilare, sottoscrivere e inviare al Ministero unitamente al programma di formazione che si intende proporre. Il foglio in formato CSV  deve essere utilizzato per la trasmissione dei crediti anche da parte delle società iscritte al registro che intendono avvalersi del riconoscimento della formazione organizzata internamente, nel rispetto delle condizioni di legge.
Come nel precedente triennio, il sistema della formazione continua per i revisori legali si regge su tre diversi canali di formazione, ovvero:
– la formazione diretta del Ministero dell’economia e delle finanze,
– la partecipazione a corsi organizzati da enti pubblici e privati accreditati e
– il riconoscimento della formazione professionale continua per i professionisti iscritti in Albi professionali e i responsabili della revisione e collaboratori delle società di revisione.

I corsi di formazione devono avere ad oggetto i contenuti elencati nel programma annuale, adottato, in relazione all’anno 2020, con determina del Ragioniere generale dello Stato.
Si ribadisce che il revisore iscritto al registro deve maturare ogni anno almeno venti crediti, di cui almeno dieci nelle materie caratterizzanti (gestione del rischio e controllo interno, principi di revisione nazionali e internazionali applicabili allo svolgimento della revisione legale, disciplina della revisione legale, deontologia professionale e indipendenza e tecnica professionale della revisione). È confermata la proporzionalità tra ora di formazione e credito, in ragione di un credito maturato per ogni ora di formazione.
I corsi possono essere fruiti interamente a distanza, interamente in aula o in parte a distanza e in parte in aula.
Nell’ambito dello stesso triennio, il medesimo corso non consente di maturare ulteriori crediti formativi.